Comitato creativo popolare per “QUADILA Festival – II edizione: conquistare saperi” – Albugnano, 5, 12, 19, 26 maggio 2022

Albugnano, Piazza Serra, al “tavolo libero” sotto il portico del Comune

Giovedì 5, 12, 19, 26 maggio 2022, dalle h 9.30 alle 12.30

Comitato creativo popolare per “QUADILA Festival – II edizione: conquistare saperi”

Ogni giovedì (5, 12, 19, 26 maggio 2022, dalle h 9.30 alle 12.30), giorno di mercato, in piazza Serra ad Albugnano, un attore siede al “tavolo libero” sotto il portico del Comune, e cerca incontri con la popolazione per avere suggerimenti sulla scelta dei “saperi” – e dei loro “depositari” – che il QUADILA Festival di luglio evocherà; per “sapere” si intende qualunque arte, artigianato, mestiere e/o disciplina contemporaneo: viticultore, influencer, filosofa/o, fabbro, poeta, maniscalco, muratore, storica/o, organista, maestra/o elementare, restauratrice/ore, poeta, falegname, pastore, critica/o letterario, trifolao…

Con l’occasione, si raccolgono anche testimonianze e informazioni sul tradizionale traino del carro da parte dei buoi durante la festa patronale (rituale risalente al 1673); proprio il 12 giugno, in occasione della festa di quest’anno, avverrà l’anteprima di “QUADILA Festival – II edizione: conquistare saperi”, con uno spettacolo dal titolo GIOGHI, UOMINI E BUOI – Radici e frutti di una festa popolare: per creare nuove memorie.

Maggiori dettagli a questo indirizzo

Lo stagno di Goethe – ETS
con il Patrocinio, la collaborazione e il sostegno di

Comune di Albugnano

con il sostegno di
Regione Piemonte (nell’ambito del progetto Teatrosustrada.2022)

Fondazione CRT

e con la collaborazione e il sostegno di

Fondazione Enrico Eandi

Partners e collaborazioni:
Associazione culturale La Cabalesta
Associazione Incollina
Associazione “Le Tote di Albugnano”
Azienda agricola Pianfiorito
Ca’ Mariuccia agricoltura etica
Casa degli alfieri soc.coop.
Comune di Berzano
Comune di Castelnuovo Don Bosco
Comune di Moncucco
Comune di Pino d’Asti
PIAM Onlus: Progetto Integrazione Accoglienza Migranti
Unione culturale Franco Antonicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.